Anatomia pene: 4 cose da sapere assolutamente

anatomia pene 1

La società moderna pone una particolare attenzione su quello che è il pene maschile e, soprattutto, sulla sua lunghezza e sull’anatomia pene. Ai tempi dei Romani, insomma durante l’età classica, era considerato volgare avere un pene troppo lungo. Vi sarebbe piaciuto vivere a quel tempo?

Bando agli scherzi. All’epoca, un costrutto sociale che si era formato nel tempo aveva appunto stabilito quale fosse l’ideale di pene, quello più adatto, quello che piaceva di più.

Infatti, tutte le statue di quel periodo storico sono dotate di un pene piccolo, addirittura minuscolo.Col tempo, cambiamenti storici e sociali, ma anche culturali, hanno completamente stravolto la concezione di pene ideale e ora possiamo affermare che il costrutto sociale che si è formato col tempo indica invece un pene lungo come più attraente e voluto rispetto ad uno piccolo.

Possiamo sicuramente dire che questa concezione di lunghezze adatte o meno, oltre ad avere tutto questo peso solo in età moderna, sono tossiche per molti uomini, che si sentono screditati nel momento in cui non sono anch’essi dotati di un pene lungo, lunghissimo o quanto meno sopra la media.

Questa concezione, inoltre, può portare a una vera e propria ossessione per le proprie dimensioni, giudicate non sufficienti, da cui scaturisce un’autostima molto bassa negli uomini che non rispettano i nuovi standard.

Un’autostima fragile a cui si associa ansia da prestazione, specie nel momento del rapporto sessuale, che può quindi essere inficiato qualitativamente. Cerchiamo quindi adesso di capire le parti anatomiche del pene, l’anatomia del pene e l’anatomia umana pene.

Anatomia pene

anatomia pene 2

L’ansia che scaturisce dal non rispettare anatomicamente gli standard social relativi alla lunghezza del proprio pene non nasce solo dalla conoscenza dello standard in sé.

Infatti, molti studi sociologici e psicologi indicano il porno come uno dei fattori di consolidamento delle concezioni sociali relativi all’anatomia del pene. Ci parleremo senza veli, anche e soprattutto per evitare fraintendimenti.

Ormai gli attori nei video pornografici sono principalmente basati su quello che è lo stereotipo dell’uomo perfetto: pene enorme e lungo, corpo muscoloso, viso armonico… (vale anche per le donne un discorso simile, ma ora ci concentreremo sulla parte attiva del rapporto sessuale di una coppia eterosessuale).

Il fatto poi che i video porno siano ormai guardati da un’ingente fetta della popolazione mondiale fa sì che quegli stereotipi già preesistenti nella società, che appunto li guarda, si rafforzino all’interno della società stessa.

E questo non vuol dire nient’altro che una maggiore domanda di porno attori che abbiano quelle peculiari caratteristiche fisiche, tra cui appunto un pene molto lungo.

Insomma, tutto questo è un cane che si morde la coda. Questi stereotipi nati dai porno che si autoalimentano si traslano poi inconsciamente nella fase di ricerca di un uomo da parte di una donna o di un uomo bisessuale od omosessuale, che trovano attraenti solo una particolare tipologia di uomini, per l’appunto.

E quindi, qual è l’anatomia del pene? Vediamola insieme…

Parti anatomiche del pene

parti anatomiche del pene 5

Se hai cercato su Google o qualunque altro motore di ricerca parole come “anatomia umana pene” oppure “anatomia pene” sei nel posto giusto, perché adesso andremo proprio ad analizzare le varie parti anatomiche del pene.

Il pene è anche conosciuto come verga oppure asta virile. Esso è l’organo con cui gli uomini riescono a copulare e, inoltre, ha la funzione di espellere l’urina dal corpo. Il pene è ricoperto da pelle e solitamente circondato da pelo. Esso ha principalmente una forma cilindrica, ma in realtà ci sono svariate tipologie di forme di pene.

All’interno del pene vi è l’uretra maschile, che è un condotto anatomico aperto all’esterno che è sostanzialmente l’ultimo tratto sia dell’urina sia dello sperma durante l’eiaculazione. C’è poi la radice del pene, che comprende i tratti iniziali dei tessuti erettili del pene.

L’asta del pene, invece, è la parte esterna e mobile del pene al cui termine vi è il glande, che è un’altra delle varie parti anatomiche del pene. L’asta del pene ha una forma sostanzialmente cilindrica, ma varia in base alle condizioni del pene: se è a “riposo” allora il pene è caratterizzato da flaccidità, mentre se è in erezione assume maggiormente la forma cilindrica di cui abbiamo appena parlato.

La cute, invece, è sottile e leggermente pigmentata, apparendo così più scura rispetto alle altre zone del corpo umano. Il glande, invece, è l’estremità del pene e viene chiamato anche balano. Cerchiamo di analizzarlo nel prossimo paragrafo, per fare una fotografia più dettagliata dell’anatomia del pene.

Il resto

Continuiamo con il nostro discorso sulle varie parti anatomiche del pene. Dunque, il glande, stavamo dicendo, ha alla sua estremità superiore il meato urinario, che è l’apertura più esterna dell’uretra che principalmente ha la funzione di rilasciare sia l’urina che lo sperma.

Vi sono anche altre parti anatomiche del pene, come ad esempio i vasi sanguigni, che adesso andremo ad analizzare.

  • L’arteria del pene, che è una branca terminale dell’arteria pudenda interna, la quale è, a sua volta, una branca dell’arteria iliaca interna.
  • L’arteria dorsale del pene, che è una delle tre ramificazioni dell’arteria del pene; scorre lungo il fronte dorsale del pene.
  • L’arteria profonda del pene che è la già citata arteria cavernosa nonché un’altra ramificazione dell’arteria del pene; transita all’interno dei corpi cavernosi e ha un ruolo cardine nell’inturgidimento e nell’aumento dimensionale del pene.
  • L’arteria del bulbo dell’uretra che è anche nota come arteria bulbouretrale, è la terza e ultima ramificazione dell’arteria del pene; scorre sul fronte ventrale del pene, all’interno del corpo spongioso.

Facendo un discorso più in generale, al netto dell’anatomia del pene, possiamo affermare che, come abbiamo già detto, gli uomini sono fortemente a disagio per il proprio pene. Ma quali sono le cause?

Principalmente, è l’insoddisfazione sessuale che nasce dal fatto che non si riesce ad avere una buona prestazione a letto. Questa insoddisfazione fa nascere una grande ansietà e paura al tal punto che molti uomini si rinchiudono in se stessi e non vogliono fare l’amore con il proprio partner.

Esiste una soluzione? Sì… continua a leggere.

La soluzione

Adesso abbiamo analizzato le varie parti anatomiche del pene e adesso vedremo la soluzione, che si chiama VirgoStill, che è un integratore sessuale potentissimo che ha ingredienti di origine naturale.

In primissimo luogo, il fatto che gli ingredienti siano tutti di estrazione naturale comporta che questi non necessitano di alcuna prescrizione medica. Questo non è un fattore da sottovalutare, in quanto molti degli altri integratori sessuali che ci sono in commercio comportano, invece, una prescrizione medica che ovviamente porta con sé il fatto di dover andare dal proprio medico di base.

Questo, a sua volta, porta con sé il fatto che ci possano essere vari imbarazzi, paure…che possono bloccare l’uomo intenzionato a potenziarsi sessualmente dal farlo.

Molti possono portare a lungo termine, al contrario, un calo della libido, in quanto quest’ultima si lega fortemente all’integratore sessuale, che diventa come una droga da cui non si può staccare per avere un’erezione, per essere potente, per durare a lungo.

Questo è purtroppo uno dei principali aspetti negativi che ci possono essere con gli integratori sessuali, il quale alle volte viene inserito di proposito proprio al fine di ottenere maggiori vendite, poiché gli uomini potranno avere un minimamente buono rapporto sessuale solo grazie ad essi.

Capiamo nel dettaglio gli ingredienti e perché sono validi per chi ha un pene curvo.

Anatomia umana pene: gli ingredienti

anatomia umana pene 4

E’ necessario conoscere, in aggiunta a quello che fin ora abbiamo detto e appurato, che gli integratori sessuali VirgoStill sono un prodotto notificato dal Ministero della Salute, a riprova di quanto efficaci e sicuri essi siano.

Bando alle ciance. Passiamo adesso a comprendere quali sono gli ingredienti che compongono questa fantastica miscela di goduria sessuale e prestazioni altissime perfetta anche per chi ha un pene curvo.

In primis, negli integratori sessuali VirgoStill troviamo la taurina, che è un amminoacido e anche un afrodisiaco, la cui proprietà è di donare maggiore resistenza durante il rapporto sessuale, andando così a ridurre il senso di fatica che naturalmente si può sentire ogni volta che si ha un rapporto sessuale.

In secondo luogo, abbiamo la maca del Perù, che è una pianta il cui scopo principale è quello di agire sul sistema circolatorio stimolando il flusso sanguigno al pene.

Benefici: maggiore erezione, più dura ma anche duratura, ma soprattutto più armoniosa, il che sarà sicuramente apprezzato da chi ha un pene curvo, per la precisione sia un pene curvo verso il basso che un pene curvo a sinistra che sono le curvature più complesse.

Inoltre, abbiamo lo zinco, il quale è un pezzo fondamentale per tutto il nostro organismo – questo è un altro dei motivi per il quale gli integratori VirgoStill sono così apprezzati: donano non solo le sostanze che servono funzionalmente al nostro organismo per avere migliori rapporti sessuali, ma anche in generale per il nostro organismo!

Tutto ovviamente farà bene all’anatomia del pene.

Pene curvo: continuiamo!

Per la precisione, lo zinco aiuta principalmente il corretto funzionamento degli ormoni – ancora più nel dettaglio, in questo caso l’ormone interessato è il testosterone, ovvero l’ormone maschile.

Questo può tranquillamente aiutare anche chi ha un pene curvo congenito nel cercare di riparare eventuali storture che la curvatura del proprio uccello può causare. Molto importante per le varie parti anatomiche del pene.

Inoltre, abbiamo le vitamine. L’apporto vitaminico che consegna VirgoStill al proprio corpo funge ovviamente a tutto l’organismo – il detto “le vitamine sono i mattoncini per la nostra vita” suona familiare? – ma in particolare, nella funzione per cui è stato creato, l’apporto vitaminico di VirgoStill serve principalmente per migliorare le proprie prestazioni sessuali.

In questo modo ci si renderà conto, una volta provato questo fantasmagorico integratore sessuale, che il proprio pene curvo, che sia un pene curvo verso il basso o un pene curvo a sinistra o a destra, poco importa.

Non incide in nessun modo sulla qualità del proprio rapporto sessuale, in quanto la qualità è garantita da altri fattori, come, per l’appunto, la prestazione, la duratura, la penetrazione e l’erezione.In ultimo, ma non meno importante, troviamo il ginseng.

La radice di ginseng è un ottimo rimedio per combattere la stanchezza, migliorando la prestazione attraverso un innalzamento della propria carica sessuale, più potente del solito.

Gli antichi popoli usavano il ginseng proprio per questo motivo, ovvero per sentire meno il senso di affaticamento che può essere accompagnato da alcune attività particolarmente usuranti, tra cui il sesso, che necessita di parecchie energie.

Anatomia del pene: conclusioni

anatomia del pene 3

Insomma, l’anatomia del pene è bella complessa e un pene può avere, come tutti gli altri organi, dei periodi in cui le varie parti anatomiche non funzionano propriamente e quindi è necessario un “boost up”, come dicono gli Inglesi, affinché le prestazioni sessuali ritornino al normale funzionamento.

La cosa bella è che tutte gli ingredienti di VirgoStill, oltre al fatto che bisogna lasciar perdere le problematiche riguardanti la grandezza del pene, che derivano solo da standard tossici che ci impone la società, e l’ansia dovuta dalla complessità e dal fallocentrismo.

Concentrati sulle possibilità che hai di godere e far godere raggiungendo prestazioni ottimale con ciò che già hai. Sei già abbastanza uomo per farlo.

Lascia perdere strumenti o operazioni che potrebbero portare a spargimenti di sangue o a situazioni poco consigliabili e sfrutta i benefici ottimali di VirgoStill.

Ottimo per chi soffre di disfunzione rettile, VirgoStill ti potrà conferire:

  • Massima potenza, per un sesso senza compromessi.
  • Durata più lunga, per finire il rapporto solo quando si vuole.
  • Maggiore sensibilità, per una goduria inconcepibile.

VirgoStill è acquistabile in confezioni da 30, 60 o 90 compresse – pensa quanto possono durare: è consigliata una compressa al giorno, possibilmente un’ora e mezza prima del rapporto.

Se vuoi leggere altre informazioni sulle parti anatomiche del pene e sull’anatomia umana pene leggi sul blog.

Summary
Anatomia pene
Article Name
Anatomia pene
Description
Anatomia pene: vediamo l'anatomia del pene, l'anatomia umana pene e le parti anatomiche del pene. Leggi la soluzione a tutto sul blog.
Author
Publisher Name
Virgostill
Publisher Logo

Un integratore Energetico creato con una formula naturale, usato per migliorare le proprie prestazioni da migliaia di uomini per un piacere più intenso e duraturo.