Manga erotici: la storia del sesso a fumetti giapponese raccontata in 7 minuti

manga erotici

Manga erotici, la storia del sesso a fumetti da 400 anni fa a oggi; infatti nell’immaginario collettivo a fianco dei normali contenuti letterari esiste sempre qualcosa che fa riferimento all’erotismo. In effetti possiamo affermare che quando qualcosa viene creato, cioè esiste  quasi sempre ne esiste anche una versione pornografica o spinta.

Per chi frequenta spesso la rete questo concetto è molto chiaro. Poiché durante la navigazione ci si può imbattere, e capita spesso, nelle parodie porno di personaggi di fantasia o anche dei personaggi letterali storici. O dello spettacolo.

A chi non è mai capitato di imbattersi nel personaggio di un libro o di un fumetto o di qualsiasi altro settore nella sua versione pornografica?  Versioni sempre molto intriganti, soprattutto fumetti manga erotici. Ovvero un personaggio trasformato in un disegno ad alto tasso erotico.

Il personaggio è il medesimo ma cambia il fatto che vi si para davanti in una posizione erotica o in un abbigliamento erotico. Questo discorso non esclude assolutamente nulla perché si estende a tutto il materiale che è disponibile nel settore.

Quindi parliamo di personaggi reali o di fantasia inerenti a film, libri, racconti, fumetti. Un settore che riguarda i cartoni animati e i fumetti molto famoso e seguito è senza dubbio quello dei manga erotici; anzi per essere più specifici vogliamo parlare del mondo degli hantai.

in effetti c’è una stretta correlazione tra hentai e manga erotici, intendiamo le opere che sono realizzate con lo stile giapponese tipico delle illustrazioni orientali. E che  si riferisce sempre a animazioni in 2D. Ovvero che si avvalgono di personaggi fantasy.

Dalla tradizione erotica giapponese i fumetti manga erotici

Cioè che non si ispirano a persone reali o perlomeno che le rappresentano in forma di cartone animato, inoltre nonostante i risvolti odierni di carattere erotico questo comparto degli hantai ha una storia molto datata che risale addirittura al 1800.

erotic manga

Le loro origini sono radicate nella città di Tokyo a opera iniziale di un famoso artista giapponese chiamato Hokusai che all’interno di un libro inserì anche delle immagini realizzate con una tipica tecnica giapponese. Una delle prime storiche immagini a sfondo sessuale.

Dove una figura femminile si accoppiava con due polpi. Questo libro correlato da quelle immagini così bollenti non fece scalpore poiché all’epoca e in quel lontano paese realizzare incisioni stampe e disegni di carattere erotico era normalissimo.

L’arte giapponese in effetti è un vero scrigno di opere a sfondo erotico. Addirittura alcune stampe e incisioni ritrovate risalgono al 790 dopo Cristo. Un’arte apprezzata che veniva chiamata shunga e che rappresentava in maniera esplicita ma elegante rapporti sessuali e immagini esplicite di erotismo.

Una vera anticipazione dell’erotic manga. Quindi parliamo di circa 400 anni fa e dobbiamo ammettere che il Giappone in merito al sesso è molto evoluto rispetto al resto del mondo.

Da questa storia così affascinante e complessa arriveremo pian piano nel corso dei secoli ai manga erotici dei quali parleremo a breve. Che sono la naturale evoluzione degli shunga, infatti col passare del tempo le novità, le tecniche i gusti e l’evoluzione degli usi e dei costumi portò a una trasposizione interessante.

Fino ad arrivare ai manga erotici che sono stati preceduti da un particolare periodo molto produttivo in Giappone di opere chiamate koushokubon che letteralmente significa libri osceni.

Manga erotico: una passione di molti, un vero cult mondiale

Ripercorrendo la storia di questi artistici libri osceni antenati dei manga erotici, sappiamo che per seguire la tradizione originale giapponese venivano realizzati soltanto in bianco e nero.

erotic manga 1

Intorno all’inizio del diciannovesimo secolo gli artisti che si occupavano di creare queste stampe non volevano assolutamente utilizzare i colori. per non perdere il pregio della tradizione.

Proprio per non mancare alla tradizione che voleva queste stampe di carattere erotico realizzate solo con due colori ovvero il bianco e il nero. La loro popolarità era molto grande, ma le questioni politiche interne del paese piano piano bloccarono la crescita di questa forma d’arte molto particolare.

Quindi possiamo affermare che la letteratura e le stampe di carattere erotico sopravvissero comunque, anche a una guerra civile. Infatti questa forma di espressione grafica rimase intonsa. All’epoca questi disegni potevano essere tranquillamente classificati con il termine pornografia.

Ma riconosciuta a tutti gli effetti e rispettata come forma d’arte. E molto radicata nella storia del Giappone. Questo soltanto fino ai primi del ‘900. Dopodiché con l’introduzione di nuove riforme di carattere giuridico questa arte erotica venne vietata. Una restrizione che poi venne abolita intorno al 1990.

La strada e la storia dei manga erotici subisce un’ulteriore svolta con l’introduzione di nuovi criteri estetici e grafici. In quegli anni nascono anche altri personaggi del mondo manga erotico e vengono aperte nuove porte in questo settore.

Nascono altri personaggi, altre serie, altre collane che diventeranno ben presto una lettura di pregevole spessore. Emergono i nomi di nuovi disegnatori del sesso, mentre quelli giù noti diventano dei miti. I manga erotici scriveranno cosi la nuova storia degli hentai. L’erotismo tra passato e presente. Proiettato nel futuro.

Fumetti erotic manga: una storia d’arte e di sesso

Nuovi generi, nuovi stili e nuove grafiche. Nasce tutta una serie di personaggi e sotto personaggi prevalentemente per metà umani e per metà alieni. Dai fumetti erotic manga  ai videogiochi erotici il passo è breve ma di questo parleremo in un’altra occasione.

fumetti manga erotici

L’avvento di Internet intorno alla fine degli anni ’90 ha permesso senza dubbio un avanzamento significativo proprio grazie alle nuove possibilità di comunicazione e ai nuovi strumenti tecnologici- Con una conseguente espansione a livello mondiale dei manga erotici.

Che via via sono diventati un vero cult. Forse addirittura un fenomeno di costume entrando a far parte non soltanto dei fumetti. Ma anche di film, di serie televisive, di libri e acquistando una notorietà sempre più vasta e sempre più rilevante.

Le varie categorie dei manga erotici, che hanno come radice come abbiamo già spiegato in precedenza, gli hentai si suddividono a loro volta in tante altre sottocategorie. Ognuna delle quali è rappresentata da un nome specifico che fa riferimento al tipo di pratica sessuale o erotica.

Quindi possiamo parlare di alcuni manga erotici dedicati esclusivamente alla masturbazione maschile, sia solitaria che in compagnia, che fa parte della categoria più classica dei fumetti erotici.

Poi esiste proprio quella dedicata al manga porno, ovvero a disegni digitali creati con un intento esplicitamente sessuale, e che generalmente raffigurano personaggi esistenti. Inoltre le tipologie spaziano dai normali rapporti tra un uomo una donna, a rapporti fra due donne, oppure fra due uomini.

Manga erotici: hai mai letto i fumetti erotici giapponesi?

Addirittura alcuni manga erotici si ispirano a rapporti sessuali di carattere incestuoso, fino ad arrivare alle categorie più proibite, nel senso che trattano tipologie di gusti e tendenze sessuali di cui solitamente non si parla e non si fa riferimento in alcun modo.

manga erotico

Tornando al discorso dei manga erotici odierni dobbiamo ribadire che purtroppo troppo spesso vengono scambiati per pornografia. In effetti sono fumetti che possono essere inseriti tranquillamente in quella forma d’arte grafica che con la pornografia non ha nulla a che fare.

Nonostante questo gli spazi dedicati a questo tipo di fumetti sono relativamente ufficiali, pur avendo avuto un grande successo, non gli viene dedicata una vetrina vera e propria su  testate giornalistiche o pagine di un certo spessore. Una forma di censura silente? Forse.

In effetti la critica preferisce evitare di parlare dei manga erotici nonostante che il fumetto erotico  abbia avuto e ha tutt’ora un riscontro economico rilevante oltre che un’importanza culturale di genere. Un fenomeno di costume come già detto.

È innegabile però che i manga a sfondo erotico siano immagini e disegni che raccontano storie pornografiche. A volte basate sulle vicende di protagonisti minorenni dove ci sono scene di sesso, di violenza o di altre stravaganti aberrazioni sempre nella sfera del sesso.

Fumetti giapponesi e sesso: quando l’eccitazione viaggia sui cartoni animati

In merito al discorso della provenienza e delle origine dei manga e soprattutto i manga erotici, dobbiamo specificare che sicuramente la loro matrice originaria è giapponese. Ma non è detto che i manga devono essere obbligatoriamente giapponesi.

Infatti proprio a Kyoto, che è una città del Giappone esiste il museo dei manga dove sono esposti fumetti del genere manga che provengono da tutto il mondo. Quindi dobbiamo affermare che si, sono fumetti giapponesi, ma che possono essere creati in qualunque paese quindi anche in Italia, in Germania, in America o in altri posti.

Sono le categorie che fanno la differenza. Esiste la categoria per i bambini, la categoria di manga per ragazzi dai 12 ai 18 anni, la categoria di manga per le ragazze tra i 12 e i 18 anni, poi esistono categorie dedicate specificatamente all’età adulta, che va da un minimo di 18 a un massimo di 30 anni.

Ovvero: genere romantico, storico, avventuroso, fantasy, horror, thriller, erotico. I  fumetti occidentali sono generalmente rivolti a un target di pubblico che va dagli 8 ai 15 anni, oppure addirittura dedicati alle famiglie. mentre in Giappone i manga vengono creati per qualunque fascia di età compresi gli adulti. A ognuno il suo genere quindi.

Le differenze di lettura dei fumetti tra Giappone e altre Nazioni

La differenza sta nelle opzioni di lettura, ovvero i manga si leggono in modo normale mentre i manga giapponesi devono essere letti partendo dall’ultima pagina, da destra verso sinistra. Inoltre il fumetto originale giapponese comprende una serie di generi quasi infinita.

Ovviamente se i manga vogliono essere acquistati e letti anche da persone di età superiore nessuno impedisce a un cinquantenne in Giappone di leggere un fumetto manga. Anche e soprattutto i manga erotici. Che del resto sono apprezzati anche da tutte le fasce di età.

La quasi ovvia e naturale evoluzione dei manga erotici sono  le Anime. Cioè la versione animata dei fumetti. Ecco perché non bisogna mai associare in maniera automatica il termine manga al termine pornografia. poiché questo tipo di fumetto o cartone animato non esiste solo nel genere erotico Ma anche in un’altra vasta serie di sottocategorie.

Categoria manga erotici: un fenomeno culturale? Ovviamente molte persone li acquistano proprio per la carica sessuale erotica che contengono le illustrazioni. I disegni sono sempre di pregiata fattura, gli artisti che lavorano a questa particolare forma d’arte scendono nei minimi particolari.

Il fumetto erotico raggiunge il suo scopo primario, ovvero quello di raccontare una storia a sfondo sessuale che ha come risultato l’eccitazione di chi legge e di chi guarda i disegni. Molte persone li preferiscono di gran lunga ai giornali pornografici poiché l’atmosfera a sfondo sessuale ha una nota sicuramente più raffinata e culturale.

Raccontare una storia a sfondo sessuale con le immagini

La cultura giapponese ha da sempre enfatizzato l’arte erotica e ha diffuso questa passione e rispetto delle tradizioni prettamente orientali nel resto del mondo. Oggi i manga erotici sono seguiti, apprezzati e amati ovunque.

Nonostante la forte carica sessuale e trasgressiva che li distingue da altre forme di letteratura o fumettistica erotica. Sia di minore livello che di matrice più spinta. I manga erotici sono elevati ad arte e forma di pensiero che esprime un talento millenario nell’esposizione del sesso nella sua forma più esplicita.

Una classificazione importante che si concentra in pochi termini: manga erotici, erotic manga, manga erotico, fumetti manga erotici. Questi sono i termini più utilizzati dagli estimatori di questi fumetti diventati un settore esclusivo.

Vi sono molti collezionisti che cercano e scambiano questi fumetti, alcuni dei quali sono delle vere rarità. Mentre i più recenti sono seguitissimi. Tra le collane più note possiamo citare quelle che si ispirano all’heros ma in chiave umoristica. Altri invece toccano tutte le sfaccettature del sesso.

Altre che pur essendo sulla cresta dell’onda oggi hanno visto la luce negli anni ’60 fanno ancora furore e sono tra le più gettonate. Un vero mondo a parte dove l’erotismo si mescola e si rinnova su trame, forme,  personaggi, colori e sesso senza eguali. 

Parlare degli erotic manga significa occuparsi di una pagina importante dell’arte erotica nipponica cosi rarefatta e raffinata da aver contagiato il resto del mondo. Con le sue stampe sessuali e con la rappresentazione fantasiosa e trasgressiva del rapporto sessuale in tutte le sue forme.

Scopri tutti i nostri articoli sul nostro blog e sulla pagina Instagram.

Summary
Manga erotici: la storia del sesso a fumetti giapponese raccontata i 7 minuti
Article Name
Manga erotici: la storia del sesso a fumetti giapponese raccontata i 7 minuti
Description
Manga erotici, la storia del sesso a fumetti da 400 anni fa a oggi; infatti nell'immaginario collettivo a fianco dei normali contenuti letterari
Author
Publisher Name
Virgostill
Publisher Logo

Un integratore Energetico creato con una formula naturale, usato per migliorare le proprie prestazioni da migliaia di uomini per un piacere più intenso e duraturo.