Pene piccolo: vediamo 1 soluzione naturale

pene piccolo

Pensi di avere un pene piccolo? La domanda che rimbomba nel tuo cervello è: “ho il pene piccolo?”, giusto? Bene, cerchiamo adesso di capire se questo quesito è giusto o sbagliato e, successivamente, quali sono le soluzioni che il mondo ci offre.

In primis, partiamo dal capire quando è che un pene può definirsi piccolo. Un piccolo pene infatti può essere considerato tale solo relativamente ad una certa soglia, quindi il quesito se il pene è piccolo oppure no è relativo: non esiste un pene piccolo o grande in assoluto.

Ma relativo a che cosa? Alle dimensioni medie. Andiamo diritto al punto.

In Italia, le dimensioni medie sono di circa quindici centimetri. Se quindi il tuo pene è al di sotto di questa soglia, allora probabilmente verrà giudicato piccolo. Ovviamente dipende quanto sotto la soglia: se infatti si aggira, quindi è sui quattordici centimetri, allora può essere considerato intorno alla media ergo nella media.

Se, invece, le tue dimensioni si trovano sui dieci, dodici centimetri, beh, a quel punto, ci troviamo abbondantemente sotto la media. Altrimenti, devi stare tranquillo che al quesito “ho il pene piccolo?” puoi rispondere tranquillamente di no.

Se invece è il contrario, non devi disperarti. In primis perché non è detto che un pene piccolo ti faccia essere meno uomo. Infatti, la mascolinità è un costrutto sociale che si lega, purtroppo, alle dimensioni del pene. Avere un pene piccolo, significa per molti essere meno uomini, essere subumani quindi. E, invece, non è affatto così. Vediamolo più in dettaglio.

Pene piccolo: e quindi?

Avere un pene significa essere costantemente sotto la pressione dei costrutti sociali che attraverso svariati processi storici e culturali si sono sviluppati. Come abbiamo appena detto, avere un pene piccolo, essere nella categoria dei peni piccoli, significa per molti essere torturato socialmente.

piccolo pene 4

Fin da piccoli siamo abituati a un certo tipo di standard maschile, che deve essere forte, maschiaccio, duro…questo alla luce del sole. Ma quando si tratta invece di sesso, molti sono quelli che concordano che l’uomo debba avere non un pene piccolo, bensì ben grande – oltre al fatto che debba essere molto bravo a letto, ovvero debba avere delle prestazioni molto buone.

Questo crea molte ansie perché gli uomini sentono, appunto, la pressione sociale, la quale crea molta ansia da prestazione nei vari uomini.

Purtroppo o per fortuna, dobbiamo sfatare questo mito. In primo luogo perché è importante che nessun uomo si senta meno “uomo” solo per una condizione anatomica, tra l’altro, normalissima.

Essere nella categoria di quelli dotati di peni piccoli non significa affatto, per niente, assolutamente, essere un uomo meno uomo di quanto lo possa essere un uomo col pene più grande rispetto alla media.

Non c’è alcun nesso logico tra le due cose, anche perché, come abbiamo spiegato, il fatto che un uomo debba avere un pene grande per essere pienamente uomo, ovvero per espletare la sua mascolinità, è solo un costrutto sociale.

Vediamo più nel dettaglio questo, e altri, concetti.

Peni piccoli: è davvero così?

Si pensi, ad esempio, agli antichi Greci e Romani e alle loro statue: perché, secondo te, le statue di nudo maschile erano dotate di un pene piccolo?

ho il pene piccolo 3

Perché, semplicemente, all’epoca, il costrutto sociale, il comun denominatore che avevano gli uomini e le donne dell’epoca circa il pensiero rispetto alle dimensioni ideali del pene era che questo doveva essere piccolo, e non grande.

Il motivo era che una lunghezza eccessiva era segno di appartenere a una classe di plebei, mentre un pene piccolo era patrizio, ovvero della classe alta. Quindi, capiamo questo concetto fondamentale e cerchiamo tutti di essere meno ansiosi rispetto alle nostre dimensioni.

Inoltre, c’è un altro, fondamentale, aspetto riguardo l’avere un piccolo pene. Si lega alla biologia e alla genetica. Abbiamo prima parlato del fatto che le dimensioni, per stabilire che un pene piccolo o grande sia tale, sono relative alla media. Abbiamo parlato di una media italiana, che è di circa 15 centimetri.

Ma hai mai pensato al fatto che ci possono essere altre medie, relativamente ad altri paesi? Beh, infatti è proprio così… L’Italia è uno dei paesi con la media del pene tra le più grandi – anche se non LA più grande in assoluto.

Ci sono però altri paesi come la Francia, che sono sopra i 16 centimetri. Altri, al contrario, sotto i 15, all’incirca sui 14 oppure sui 13.

Pene piccolo: questione di genetica…

E quindi, poiché gli Europei sono un popolo disomogeneo, ovvero ognuno ha un proprio patrimonio genetico dati dai continui flussi migratori, è possibile che il proprio pene piccolo sia dovuto al fatto che noi non abbiamo i geni comunemente italiani e che, quindi, potremmo avere discendenze diverse.

Pene piccolo 1

Questo potrebbe significare il fatto che, in realtà, le dimensioni del nostro pene, in relazione – perché abbiamo detto che è tutto relativo alla media nazionale – dicevamo, in relazione alla media del paese di cui abbiamo il patrimonio genetico, sia in realtà nella media, oppure addirittura grande!

E’ il caso di dirlo: siamo tutti nati nel paese sbagliato… Pensate se fossimo nati in un paese del continente africano, che ha una delle medie più alte di tutto il mondo.

Beh, il contrario sarebbe essere nati in Cina o comunque in generale in Asia, dove la media si aggira attorno ai dodici, tredici centimetri. Okay, adesso abbiamo capito che non sono tanto importanti le dimensioni come pensavamo.

Ma un po’ come la chirurgia plastica e chi se la fa, non siamo comunque soddisfatti. Solitamente chi si fa operare per una chirurgia plastica sa che la bellezza non possa essere oggettiva e, anche in questo caso, è relativa ai canoni di bellezza culturali del paese di provenienza.

Ma, nonostante ciò, sono molti gli uomini e le donne che decidono di farsi operare un naso, la mandibola, il seno, per sentirsi semplicemente meglio con se stessi. E quindi?

Non c’è niente di male nel modificare qualche parte del proprio corpo.

Vediamo qualche soluzione

E allora capiamo, tenendo a mente tutto quello che abbiamo detto fin ora, quali sono i metodi per non avere più un pene piccolo, per far sì che tutti i peni piccoli diventino grandi!

ho il pene piccolo 4

Uno dei mezzi più popolari e famosi per allungare il pene piccolo è la trazione.

I tessuti del pene sono molli e flessibili, soprattutto quando questo non è in erezione e la trazione fa sì che la distanza dalla base al glande venga aumentata, allungando appunto la asta del pene stesso.

Gli strumenti a trazione sono differenti, alcuni sono ad esempio cilindrici e sono da inserire attorno al pene, per poi allungarli durante un arco temporale.

Altri prevedono l’utilizzo di veri e propri pesi, che sfruttano la gravità terrestre per ottenere un allungamento.

Secondo i molti che li hanno provati, questa tipologia di strumenti non portano a risultati particolarmente efficaci, dato che i tessuti del pene, se sottoposti a uno stress eccessivo, c’è il rischio che si stirino, al punto da danneggiarli così tanto che si diventa inabili a tenere un’erezione completa per sempre.

Tra l’altro, questo tipo di strumenti per allungare il pene piccolo non ha effetti particolarmente benefici, anzi, al massimo si tratta di un allungamento dei peni piccoli di uno, al massimo due centimetri.

Un altro strumento di cui molti sono fautori (probabilmente chi li vende…) è la pompa per l’ingrandimento del pene piccolo. Questa tipologia di strumenti, invece, è costruita in questa maniera: un cilindro all’interno del quale va inserito il pene.

Altre soluzioni?

La pompa, che tra l’altro può essere manuale oppure elettrica, crea una parziale situazione di vuoto all’interno del cilindro.

Questo, in teoria, dovrebbe favorire l’ingrandimento del pene, in quanto la pressione sanguigna (dovrebbe) aumentare.

Qui, in realtà, l’aumento della lunghezza dei peni piccoli non è di per sé. Come direbbe Kant, non c’è l’aumento del pene come noumeno, non di per sé appunto, poiché illusoria. Infatti, il pene piccolo “ingrandito” con la pompa per ingrandimento del pene non è altro che un pene piccolo con una maggiore circolazione sanguigna, che porta ad avere, temporaneamente, una erezione maggiore, sempre però di pochi centimetri.

Tra le varie soluzioni che alcuni scelgono c’è la chirurgia per aumentare le dimensioni del pene piccolo. Un piccolo pene grazie alla chirurgia può effettivamente essere allungato, ma al massimo di due centimetri.

Ma ci sono dei ma. Tra questi, il fatto che la procedura possa avere degli effetti collaterali, che non sono da considerare.

Soprattutto perché non è un tipo di chirurgia messa a punto, studiata in maniera profonda e perfezionata – anche perché non se ne fanno mica tutti i giorni -, bensì una sorta di sperimentazione. E, infatti, sono molti gli andrologi e gli urologi che la sconsigliano.

Tra le altre cose da considerare c’è il fatto che una soluzione chirurgica al quesito “ho il pene piccolo?” richiede mesi e mesi di esercitazione post operazione. Inoltre, sappiamo che c’è sempre un margine umano di errore che potrebbe portare l’operazione a un fine infelice.

Vediamo più nel dettaglio.

Piccolo pene: la vera soluzione

I mesi sono circa sei e l’esercitazione serve più che altro a far sì che i benefici non vadano via – ovvero i centimetri guadagnati.

Questo tipo di soluzione per chi ha un piccolo pene non serve secondo un’analisi costi – benefici. Serve, soprattutto, a chi soffre di micropenia, ovvero una condizione vera e propria di tipo anatomico che porta ad avere un pene piccolo (e non poco sotto la media, ma davvero tanto). Tanto quanto? Circa due volte e mezzo in meno rispetto la media, quindi si parla di peni piccoli di circa cinque centimetri.

Esiste una soluzione? Sì, ma bisogna capire alcuni passaggi fondamentali.

Il primo è che avere un pene di 14, 13 centimetri non significa avere un pene piccolo. E’ attorno alla norma. Anche se lo fosse di meno, in realtà, questo non è di per sé un problema.

I veri problemi legati alla sfera del sesso sono più che altro di tipo prestazionale. La maggior parte degli uomini con un pene “piccolo”, in realtà, può avere una vita sessuale più che soddisfacente. Perché è qui che sta il nocciolo della questione, che ruota, appunto, tutto intorno alla prestazione, appunto.

E cosa può aiutarmi a migliorare la performance? Esiste una soluzione, che come vedremo non presenta nemmeno alcun tipo di effetto collaterale.

Si chiama VirgoStill, ovvero una marca di integratori sessuali dalle strabilianti proprietà. Capiamo gli ingredienti fondamentali di questo elisir per le prestazioni sessuali che può aiutare sia chi ha un pene piccolo che uno considerato grande.

Ho il pene piccolo: VirgoStill, la soluzione

Andiamo direttamente al sodo. Gli integratori sessuali VirgoStill hanno:

  • La taurina, che è un amminoacido e un afrodisiaco, che dona tonicità e aumenta la resistenza durante il rapporto, andando così a ridurre il senso di fatica. Questo permette quindi di aumentare la propria tonicità e la resistenza alla fatica. Niente più affanno dopo i primi cinque minuti di rapporto, il quale inizierà a durare molto di più.
  • La maca del Perù, che è una pianta e le cui proprietà agiscono per lo più sul sistema circolatorio, andando a stimolare il flusso di sangue nel pene, migliorando le prestazioni sessuale in quanto il maggior flusso di sangue aiuta ad avere una erezioni più dura e duratura, la quale ovviamente aiuta a far sentire anche molto più al sicuro chi pensa di avere un pene piccolo.
  • Zinco, che è qualcosa di fondamentale per la vita di ciascuno di noi, in particolare in questo senso aiuta nel corretto funzionamento ormonale, ovvero del testosterone, dal quale non si può che ricavare una maggiore prestazione sessuale.
  • Vitamine, che sono, come sappiamo, i mattoncini del nostro benessere, della nostra vita. Anche in questo caso, l’apporto vitaminico che dà VirgoStill aiuta ad avere una maggiore energia, minor senso di fatica e, di conseguenza, una generale e migliorata prestazione sessuale.
  • La radice di ginseng, che è ottima per combattere la stanchezza. Questa radice ha proprio la proprietà di aumentare la resilienza alla stanchezza, aiutando lo sviluppo di una maggiore carica sessuale, più potente del solito.

 

Summary
Pene piccolo
Article Name
Pene piccolo
Description
Pene piccolo? Ho il pene piccolo e non so come fare? Il problema dei peni piccoli è comune. Vediamo come risolvere la questione di avere un piccolo pene.
Author
Publisher Name
Virgostill
Publisher Logo

Un integratore Energetico creato con una formula naturale, usato per migliorare le proprie prestazioni da migliaia di uomini per un piacere più intenso e duraturo.